04/2015 - News, attività ed eventi dell'Associazione Douleur de Femme ONLUS - Douleur de Femme ONLUS

Vai ai contenuti

Menu principale:

Ammissione di nuovi associati: 1° Sessione 2015

Douleur de Femme ONLUS
Pubblicato da in Ammissione nuovi soci ·
Con grande piacere, il 18 Aprile 2015 il Consiglio Direttivo in seduta congiunta con la Consulta, ai sensi dell'art. 5 - comma 3 dello Statuto, ha approvato l'ammissione ad Associati ordinari delle seguenti onorabili persone (clicca per attivare il collegamento alle loro foto):
  • Dott. Edi Salomon KOUDOU (classe 1966) - residente in Costa d'Avorio: Ingegnere informatico e funzionario del Ministero degli interni - Direzione per la decentralizzazione e lo sviluppo locale.
  • Sig.ra Aissata SIDIBE in AMYA (classe 1960) - residente in Costa d'Avorio: Allevatrice e cooperante.
  • Sig.ra Claudine NEBRE (classe 1972) - residente in Canada: infermiera.
  • Sig.ra Ovo Angelina ADOU (classe 1956) - residente in Svezia: Amministrativista e coordinatrice di segreteria di direzione, in pensione.
  • Sig. Salvatore D'IMPERIO (classe 1963) - residente in Italia: Pittore e artista professionista.
  • Sig.ra Tania Maria FERREIRA NASCIMENTO (classe 1956) - residente in Italia: Casalinga.
  • Sig.ra Rita Marcelle KORE in TAHA (classe 1984) - residente in Francia: Educatrice professionale.

Congiuntamente l'Associazione ha inisignito del titolo di Associata Onoraria la Prof.ssa Tomam Constance YAI (classe 1955) - residente in Costa d'Avorio, consulente internazionale per i diritti dell'uomo, fondatrice dell'Associazione ivoriana per i diritti delle donne, ex Ministro "De la Solidarité et de la Promotion de la Femme de la République de Cote d'Ivoire", leader della società civile: in ragione della sua intensa e lunga attività nel campo dell'educazione, per la promozione delle pari opportunità di genere, per la difesa dei diritti delle donne, per la denuncia della violenza sulle donne con particolare riferimento alle dinamiche domestiche, familiari o collegate a tradizioni pretestuose ed inaccettabilmente subordinanti. In ossequio ad un lavoro initerrotto ed un impegno sempre perseguito con mezzi pacifici, legali e dialoganti, volti a fare crescere culturalmente la sociletà civile, a beneficio di tutti.
______________________________________________________________________________________________________





Torna ai contenuti | Torna al menu