Home Page dell'Associazione Douleur de Femme ONLUS - Douleur de Femme ONLUS

Vai ai contenuti

Menu principale:

"Douleur de Femme - ONLUS" si impegna a livello internazionale nelle seguenti linee di azione:

  • Sostegno alle vedove di guerra, alle madri sole ed al recupero psicologico delle donne che hanno patito stupri e violenze. 
Un particolare impegno è rivolto al sostegno dei bambini nati da stupro e al recupero del rapporto madre/figlio.
  • Promozione di progetti sanitari rivolti alle madri ed ai loro figli, con particolare attenzione alle condizioni di gestazione e parto.
  • Promozione di progetti di sostegno economico rivolti alle iniziative imprenditoriali delle donne, con particolare attenzione al loro accesso al credito, alla terra ed alla formazione.
  • Promozione e sostegno dell’attività artistica delle donne, in tutte le sue forme, dalla sartoria alla musica, passando per le arti figurative.
  • Promozione di progetti culturali di divulgazione e conservazione delle tradizioni native, compresa la gastronomia e l’erboristeria tradizionale.

Noi pensiamo che la difesa della salute, della dignità e serenità del genere femminile dia vita a sua volta a figli e uomini sereni, sicuri di sé e capaci di impegnarsi per un mondo migliore, senza guerre ed ignobili soprusi.
 Per saperne di più consultate la pagina: 
Chi siamo / Missione Statuto.  
Blog ufficiale delle attività dell'Associazione Douleur de Femme ONLUS
Missione negli USA e in Canada per il coordinamento degli eventi di raccolta fondi e confronto con i soci ed i sostenitori del Nord America sui progetti dell'Associazione
Pubblicato da Dott. Antonio Aschieri - 10/1/2016 20:39:00
Missione esplorativa - progetto di agricoltura di sussistenza a sostegno delle donne indigenti del Dipartimento di DALOA (Costa d'Avorio).
Missione esplorativa per la realizzazione di un progetto di agricoltura di sussistenza a sostegno delle vedove di guerra, vittime di violenza ed orfani di guerra di alcuni villaggi dell'Ovest della Costa d'Avorio, con congiunta iniziativa di registrazione e conservazione di un'antica forma musicale strumentale: la musica strumentale del GOGOHOU.
Pubblicato da Dott. Antonio Aschieri - 4/5/2015 17:15:00
Ammissione di nuovi associati: 1° Sessione 2015
Ammissione di 7 nuovi Associati ordinari e conferimento del titolo di Associato Onorario alla Prof.ssa Tomam Constance YAI.
Pubblicato da Dott. Antonio Aschieri - 18/4/2015 16:33:00
Incontro con la Chiesa americana "Freeway Church" di Cary - North Carolina USA.
Continua l'attività dell'Associazione negli USA. Oggi l'Associazione incontra i responsabili della Chiesa americana "Freeway Church". Il progetto dell'Associazione in Costa d'Avorio incontra il loro interesse. Speriamo che le forze si possano unire per raggiungere l'obiettivo e vedere nascere qualcosa di positivo!
Pubblicato da Dott. Antonio Aschieri - 18/1/2015 17:06:00
L'Associazione partecipa al World Conference On Human Right (W.C.H.R.O) a Washinton.
Viaggio a Washinton, Filadelfia e Cary della delegazione dell'Associazione
Pubblicato da Antonio Aschieri - 27/12/2014 23:16:00
Cliccare sul titolo dell'articolo per leggerlo in modo integrale
PROJET GENERAL: CONSTRUCTION A DALOA D'UN ORPHELINAT AVEC UN CENTRE
DE SANTÉ POUR LES FEMMES.
L'idée du projet est de gérer un centre qui offre des services destinés aux femmes, la maternité et a l'enfance. En se mettant ensemble au service des uns et des aux autres pour creer un environnement therapeutique synonyme d'un service complémentaire. Ainsi, une femme victime d'une violence peut aider le service de garde d'enfants géré par l'association.
Les services que nous souhaitons activer sont globalement:
  • Orphelinat pour les enfants sans familles et les enfants nés à la suite d'un viol, et qui souffrent pour des  problèmes découlant de la relation sérieuse au sein de la famille.
  • Centre de santé pour les femmes, en soulignant en particulier la grossesse, l'accouchement et traumatologique  gynécologique.
  • Centre de retraite et un abri pour les femmes victimes de violence.
  • Centre d'aide psychologique.
SITUATION: nous avons choisi pour le projet la région sud-ouest de la Côte d'Ivoire et en particulier la ville de Daloa (3eme de par la population résidente).
Dans cette region , lors des affrontements sanglants qui ont suivi la crise post-électorale de 2010, de nombreuses atrocités ont été commises. La population résidente a subi des crimes et violences de guerre odieux, perpétrés principalement au détriment des femmes et des enfants composant.                                                                                         LEGGI L'APPROFONDIMENTO
Sponsor della serata
EVENTO CULTURALE PER RACCOLTA FONDI
ARTE, MODA E CULTURA AFRICANA A PHILADELPHIA - USA
L'Associazione ha organizzanto un'importante serata culturale a PHILADELPHIA - USA, che si terrà il 3 Giugno 2017 - presso la sala sita in 5200 North Broad street.
La serata prevede:
  • Sfilata di moda dal fascino etnico con presentazione di modelli inediti, curata dallo stilista James Wale Fambegbe (importante realizzatore dell'Africa Occidentale, apprezzato stilista di VLISCO e UNIWAX).
  • Performance musicali dal vivo di artisti africani di primo piano come la cantautrice Fabrice ATITOH e la cantante Ogo KORE.
  • Momenti di approfondimento culturale, informazione e sensibilizzazione, con la partecipazione eccezionale di Vanessa Angele FOSTER, presidente della serata (intellettuale e scrittirce di spicco dell'Africa Occidentale), oltre alla presenza come invitata d'onore di MELZZA Gnaore, cantante e Presidente dell'associazione AYOKA.
La serata vedrà presenti numerosi associati di Douleur de Femme ONLUS, tra cui la Presidente Melanie TOUALY ASCHIERI, il Vice-presidente per gli USA Alphonese Senack SAHOUIN.                      LEGGI L'APPROFONDIMENTO
Dichiarazione della Presidente Sig.ra Melanie Toualy Aschieri:

Da quando mi ricordo ho sempre sentito una potente spinta emotiva e spirituale ad impegnarmi in azioni che fossero di concreto aiuto alle donne che patiscono le conseguenze più o meno gravi dello svantaggio sociale che la loro comunità di appartenenza determina a loro sfavore. E' possibile che tale anelito derivi dalla mia storia personale e da quanto ho visto negli anni trascorsi. 
Non ho l'ambizione di affermare che la condizione femminile sfavorevole di
molte realtà sia il più importante dei problemi esistenti al mondo, ciò non toglie che io creda che sia un punto fondamentale su cui puntare l'attenzione e da cui discendono tante criticità secondarie.  
In alcune comunità africane la donna che ha la sfortuna di dover subire un parto cesareo ha il 75% di probabilità di morire; in altre comunità medio orientali la donna che guida un'automobile commette reato; in altre parti del mondo le è preclusa l'istruzione.... Quando scoppia un conflitto sovente lo stupro viene adottato come arma di guerra per annientare ed umiliare una comunità intera. I figli che nasceranno da tali stupri sono una generazione a rischio ed in molti casi perpetueranno i reati subiti dalle madri o moriranno di alcol e droga o saranno le pedine inconsapevoli di ulteriori conflitti. 
Per tutti questi motivi, quando ho avuto la fortuna di incontrare un gruppo di persone di alto valore umano ed intellettuale che condividevano il mio punto di vista, ho fondato l'Associazione Douleur de Femme ONLUS.

Per condividere un impegno!
Sottofondo by Francois Kençy [Associato e Testimonial di "Douleur de Femme ONLUS"]: traccia Folo Fala
Dichiarazioni del Vice Presidente con delega per gli USA, Sig. Alphonse Senack SAHOUIN: 

Quando ho conosciuto la Sig.ra Melanie Toualy Aschieri e    questa mi ha espresso il suo intento di fondare un'Associazione senza scopo di lucro, con gli obiettivi che oggi sono formalizzati nello Statuto, ho sentito di avere trovato la giusta sponda ai miei desideri di azione umanitaria. 
La mia storia personale di adozione, divisione dalla mia famiglia di origine e naturalizzazione in America sono conseguenza di usi e costumi culturali che assegnano alla donna una possibilità di scelta estremamente limitata. Io infatti sono il decimo figlio di una coppia della Costa d'Avorio dove una consuetudine culturale della mia etnia prevede che il decimo figlio venga regalato, dato in adozione o in alcuni casi anche ucciso.
Quale donna padrona della propria vita e libera nelle proprie scelte metterebbe al mondo un figlio sapendo che gli verrà strappato via. La buona sorte che mi vede vivo e cittadino degli USA mi consegna come responsabilità il dovere di lottare per porre rimedio a tale sorte, conseguenza in primis di una inaccettabile condizione femminile.
L'Associazione nasce sin dalla sua origine con un respiro internazionale, considerato che i membri fondatori appartengono a molteplici nazionalità e hanno differenti residenze. Ciò ha comportato la redazione di complicati atti notarili e legalizzazioni, ma ci ha aiutati sin da subito a porci nella prospettiva desiderata: un'aggregazione internazionale di persone motivate da un preciso impegno di azione umanitaria che le unisce intensamente ed avvicina al di là di ogni distanza geografica. Le norme di funzionamento interno tengono conto di questa realtà ricca ed articolata.
Torna ai contenuti | Torna al menu